CORSI

Negli ultimi lustri la qualità media degli allestimenti è andata via via peggiorando. E ciò soprattutto in conseguenza della scomparsa d’una generazione di grandi attori. Il fenomeno non ha risparmiato nessuno, riguarda l’intera costellazione del teatro e segnatamente l’area meneghina, a parte poche lodevoli eccezioni. Si avverte la mancanza di bravi attori; anche se, a onor del vero, a Milano una buona scuola di teatro c’è, tuttavia limitatamente al settore pubblico. Ed è questa la principale ragione che mi ha indotto a scendere nell’agone dando vita, con il prezioso contributo di alcuni amici, a dei corsi di recitazione con l’intenzione di creare un elemento centrale d’attrazione e di guida nel campo dell’insegnamento privato. Progetto ambizioso realizzabile grazie all’offerta di alcuni locali da parte della Fondazione Riccardo Catella che è ubicata nel quartiere Isola (Via G. De Castillia, 28), e che mira “a promuovere progetti culturali volti allo sviluppo dell’innovazione e della creatività italiana con particolare riguardo all’individuazione ed al sostegno di giovani talenti”. Tale istituzione ha accolto con entusiasmo il mio intendimento che, enunciato molto sinteticamente, consiste nel proporre un percorso formativo di straordinaria levatura, però non solamente di natura teatrale, ecco l’aspetto innovativo! La carriera dell’attore si sa, non è facile e pertanto, forte di questa consapevolezza, io insieme alla mia equipe m’impegnerò a seguire gli allievi con particolare cura, formandoli adeguatamente e sostenendoli allorquando dovranno confrontarsi con il mondo del lavoro. Il modello di attore a cui noi c’ispiriamo è l’attore totale, ossia l’attore che, opportunamente preparato, sarà in grado di affrontare i diversi ambiti dello spettacolo (Cinema Teatro Televisione). E’ la realtà che lo richiede, è la realtà che lo impone. Quale integrazione formativa sono previsti degli incontri con personaggi dello spettacolo e della cultura: da Vittorio Sgarbi a Sandra Milo, da Edoardo Siravo a Katia e Valeria , Corrado Tedeschi, I Turbolenti etc.
Vi sarà spazio, comunque, pure per chi vorrà semplicemente vivere l’arte della scena
Come un momento ludico e di crescita culturale. Quindi semplici appassionati, oppure anche quei professionisti che vorranno affinare il livello della propria comunicazione (es. avvocati, insegnanti, giornalisti, dirigenti, annunciatrici, presentatrici, politici etc.).
Nell’odierna società riuscire ad esprimersi con proprietà e scioltezza, è da considerarsi uno strumento di vita indipendentemente dall’attività che si svolge.


PER INFORMAZIONI TELEFONARE AL 393 64 34 614



© 2008, design by Formiche | Termini d'uso